10° Simposio annuale sul ruolo della religione e delle organizzazioni religiose negli affari internazionali

Condividi l'articolo sui canali social

Il Simposio annuale del 2024 sul ruolo della religione e delle organizzazioni religiose negli affari internazionali segna una pietra miliare significativa in quanto celebra il suo decimo anniversario. Dieci anni fa, i partner religiosi hanno avviato questo simposio, che ha coinciso con il compleanno di Martin Luther King, Jr. e mirava a promuovere il dialogo sull’intricata interazione tra religione e affari internazionali. Con una deliberata inclusione degli stati membri e delle entità delle Nazioni Unite, il simposio ha cercato di creare una piattaforma per la formulazione di politiche collaborative e un impegno costruttivo.

Nel 2016, il secondo simposio ha stabilito una forte partnership con la Task Force interagenzia delle Nazioni Unite sulla religione e lo sviluppo sostenibile, creando un dialogo politico annuale che coinvolge entità delle Nazioni Unite, Stati membri, attori religiosi e società civile per affrontare le pressanti sfide globali. I temi passati hanno incluso un’ampia gamma di questioni critiche legate ai diritti umani, alla promozione della pace, all’inclusione e alla lotta all’ingiustizia sistemica. Il prossimo decimo simposio ribaderà l’impegno per i diritti umani e la dignità. Mira a ispirare un’azione collettiva per una società compassionevole e si allinea con la Settimana mondiale dell’armonia interreligiosa di febbraio per promuovere la comprensione tra le diverse comunità religiose in tutto il mondo.

Il 10° Simposio si svolge oggi, 23 gennaio, con una partecipazione globale online, sul tema "Diritti umani e dignità: verso un futuro giusto, pacifico e inclusivo". Gli organizzatori sono: Religions for Peace; Islamic Relief USA, Church and Society United Methodist Church; Soka Gakkai International; ACT Alliance; Seventh Day Adventist Church; United Religions Initiative; World Council of Churches; UN Women; UNFPA; UN Office on Genocide Prevention; in partnership con UN Inter-agency Task Force on Religion and Development.

(Fonte: Religions for Peace; Foto: Religions for Peace/The Interfaith Observer)