Le sfuggenti quote di lavoro del governo pakistano per le minoranze religiose

Condividi l'articolo sui canali social

Per sette anni, Naveed Sahotra ha aspettato un colloquio con la più grande compagnia di gas del Pakistan, alla quale ha fatto domanda per il posto di tecnico di condizionatori d'aria o di elettricista con una quota di lavoro per le minoranze. I giovani cattolici come Sahorta preferiscono avere un lavoro nel governo o in aziende di proprietà del governo in quanto offrono sicurezza sul posto di lavoro, oltre a vantaggi come l'alloggio, la salute e la pensione di vecchiaia, dice il 25enne, che ora è sposato.

E' l'agenzia UCA News a riferire come il Pakistan abbia circa 700.000 giovani cristiani come Sahorta, che secondo i loro leader sono discriminati nei lavori governativi e nel settore pubblico a causa della loro fede nel paese islamico, affermano i leader cristiani. Sahotra ha ottenuto il 66% nei test di valutazione delle prestazioni accademiche condotti dopo aver superato gli esami di grado 10 nel 2016 e ha soddisfatto tutti i prerequisiti per il lavoro presso Sui Northern Gas Pipelines Limited. Ma non è riuscito a ottenere alcuna risposta dalla società.

Con l'obiettivo di porre fine a questa discriminazione, il governo nel 2009 ha riservato il 5% dei posti di lavoro alle minoranze religiose nei governi federale e provinciale, negli enti semi-autonomi, negli enti pubblici e nelle aziende pubbliche. Teoricamente, la riserva era in proporzione maggiore poiché le minoranze religiose costituiscono circa il 4% dei circa 230 milioni di popolazione prevalentemente musulmana. Tuttavia, la discriminazione non è finita.

Quota di lavoro trascurata

La quota di lavoro è raramente applicata a causa della secolare discriminazione che vede i cristiani legati a caste inferiori socialmente povere, e anche a causa della scarsa istruzione derivante dalla loro povertà economica, hanno affermato i leader cristiani. Molti posti di lavoro vacanti devono ancora essere completamente occupati, afferma il Centro per la giustizia sociale (CSJ) con sede a Lahore in uno studio intitolato "Promesse da mantenere e miglia da percorrere", pubblicato a gennaio.

Ad esempio, nel 2021, c'erano circa 28.854 posti vacanti contro la quota di posti di lavoro per le minoranze nei dipartimenti governativi sotto il governo federale e nelle province del Punjab e del Khyber Pakhtunkhwa, afferma lo studio. Gli unici lavori governativi che vengono facilmente ai cristiani sono quelli legati al lavoro igienico-sanitario, che la società musulmana tradizionale disprezza come lavori umili associati a persone di casta inferiore. Il bollettino statistico annuale dei dipendenti del governo federale per il 2018-19, l'ultimo disponibile, mostra che 663.234 posti di lavoro sono stati sanzionati ma solo 581.755 posti sono stati occupati. Più di 81.000 posti di lavoro non sono stati occupati.

Povertà di istruzione

La Federal Public Service Commission (FPSC), il cui compito è garantire assunzioni basate sul merito nei servizi governativi, ha spesso citato la "non disponibilità di candidati qualificati appartenenti a minoranze". "La commissione ha evidenziato questi problemi nelle sue precedenti relazioni annuali per invitare l'attenzione dei responsabili politici ad adottare misure appropriate in modo che sia le donne che le minoranze traggano pieno vantaggio dalla quota riservata", ha affermato in una relazione annuale nel 2017.

È una “situazione preoccupante”, afferma Farhan Lawrence, segretario esecutivo della Commissione per i giovani e la vita familiare del vescovo cattolico. Il livello di istruzione delle minoranze religiose è troppo basso, ha affermato. Solo il 34 per cento delle minoranze religiose, inclusi i cristiani, è alfabetizzato e solo il 4 per cento di loro frequenta l'istruzione universitaria, ha detto a UCA News. “I cristiani maschi non hanno altra scelta che impegnarsi in lavori umili come scommesse quotidiane. Le ragazze finiscono per lavorare come domestiche o nei saloni di bellezza", ha spiegato Lawrence.

Manzoor Masih, membro della Commissione nazionale per i diritti umani (NCHR), ha affermato che 89 posti di lavoro sono riservati alle minoranze religiose nell'élite del servizio civile pakistano. "Ma non c'è speranza di riempirli poiché solo due o tre non musulmani superano il concorso", qualificandosi per il lavoro, ha detto.

Sforzi fatti a metà

La maggior parte dei dipartimenti governativi ha adottato un approccio poco convinto nel reclutare candidati di minoranza ed evitare di pubblicizzare i posti vacanti, ha affermato. Ci sono voluti mesi di pressioni affinché il vice ispettore generale della polizia di Hyderabad meridionale facesse un annuncio circa 150 posti per le minoranze nel suo dipartimento, ha detto il vescovo Samson Shukardin di Hyderabad. “La cattiva pubblicità e la mancanza di consapevolezza si traducono anche in un minor numero di domande di lavoro da parte delle minoranze. Non possiamo escludere una discriminazione sistematica qui”, ha detto il presule.

Il 24 marzo, l'Alta corte di Lahore ha ordinato al dipartimento dell'istruzione scolastica del Punjab di considerare la domanda di lavoro di Abrar Binyameen in conformità con la legge dopo che Binyameen si era lamentato del fatto che gli era stato negato un impiego al di sotto di una quota per i figli dei dipendenti del governo. Ha accusato il dipartimento dell'educazione di discriminazione religiosa negandogli il posto di assistente di laboratorio. “Mio padre lavorava da 36 anni al dipartimento dell'istruzione come naib qasid [impiegato di cucina/impiegato]. I figli dei dipendenti della religione maggioritaria sono stati selezionati per otto posti, ma nonostante il superamento degli esami di grado 10 con materie scientifiche, mi è stata negata l'opportunità", ha detto Binyameen.

I cristiani cercano un ricorso legale

Nel frattempo, Sahotra non ha avuto fortuna. Insieme a quattro cristiani di Faisalabad, nel 2016 ha presentato una petizione contro la direzione del gasdotto Sui Northern e il segretario del Ministero del petrolio e delle risorse naturali. Il 2 marzo, quattro dei firmatari si sono presentati all'udienza presso l'Alta corte di Lahore poiché uno di loro ha perso la speranza e ha smesso di accompagnarli.

“La mia famiglia deve sostenere il costo di circa 15.000 rupie (US$ 55) per ogni viaggio a Lahore. I ripetuti rinvii e l'assenza degli avvocati della società del gas stanno prolungando il processo. È un percorso teso e difficile", ha detto Sahotra. Akmal Bhatti, un avvocato che rappresenta Sahotra, ha affermato che la società stava violando i diritti delle minoranze. “Questo è un omicidio economico delle minoranze emarginate”, ha detto l'avvocato cattolico per i diritti umani.

L'Alta corte di Lahore nel 2017 si era pronunciata a favore di un candidato cristiano a cui era stato negato un posto come guardiano in un'unità sanitaria a Multan, nel Punjab, e l'anno precedente aveva interrogato la Multan Electric Power Company per non aver colmato 4.000 posti di lavoro vacanti. per le minoranze. La causa dei cristiani offesi è stata ripresa dalla Commissione Giustizia e Pace della Conferenza dei Leadership dei Superiori Religiosi Maggiori. “Le minoranze povere non possono corrompere impiegati corrotti per lavori migliori. Finiscono per ottenere posizioni inferiori. La segregazione delle quote in diverse scale [retributive] può aiutare i poveri economicamente ", ha detto a UCA News Hyacinth Peter, un funzionario della commissione.

Peter Jacob, direttore esecutivo del CSJ, incolpa la mancanza di un'autorità di controllo indipendente per non aver implementato le quote di lavoro. "La notifica del 2009 [prenotazione del lavoro del 5%] presupponeva che i dipartimenti la implementassero da soli, ma la mancanza di trasparenza implicita si traduce in corruzione e creazione di cartelli", ha affermato. La discriminazione comunque non ha scoraggiato Sahotra. Lo ha spinto a studiare ulteriormente e ottenere un lavoro come sviluppatore di software in un'azienda privata, guadagnando uno stipendio mensile di 80.000 rupie (US $ 283,57). Sta inoltre proseguendo gli studi per un master in informatica.

(Fonte: UCA News, Kamran Chaudhry)